Chi sono?

Non ho mai amato le presentazioni. Sono quasi sempre sterili e così noiose da far subito passare la voglia di essere lette. E, troppo spesso, finiscono per diventare un’inutile elenco di premi e di traguardi raggiunti.

chi sono

Chissà perché quasi mai nessuno descrive veramente la propria vita. Con le vittorie, ma anche e soprattutto con le sconfitte.

Perché in fin dei conti sono proprio le sconfitte (o i momenti più bui) che, una volta rialzati, fanno alzare l’asticella e regalano ancor più grinta e voglia di farcela di prima non credi?  E in cucina di momenti no ce ne sono moltissimi. Momenti nei quali vorresti mollare tutto. Attimi in cui vorresti avere qualcuno vicino che ti capisca e che ti aiuti  a superare un problema o a realizzare un piatto come lo avevi immaginato. Momenti che a volte sembrano infiniti.

Credo che la ricetta della vita sia ricca di ingredienti davvero meravigliosi e che, come in tutte le ricette, alcuni ingredienti se assaggiati singolarmente sembrano stonare. Ma la vera sinfonia si raggiunge quando ogni singolo ingrediente è dosato alla perfezione. Ed è a ciò che occorre ambire, in cucina e nella vita. A cercare un equilibrio. 

equilibrio

“Io questo equilibrio lo assaporo ogni volta che inizio a cucinare. Ed è proprio in quel momento che capisco chi sono.”

Quando assaggio un nuovo sapore. Quando sento un profumo nell’aria.

Mentre condivido la passione per il cibo con le persone. Quando so che a leggermi e a scrivermi ci sono persone che cucinando provano gioia. Persone come Te e me.

cucinare

Oggi la ricetta che voglio condividere con Te è una ricetta particolare. Una ricetta ancora in fase di scrittura. Nella quale ci saranno sicuramente ancora moltissimi ingredienti da aggiungere, ma che fino ad ora è stata davvero saporita. E sono certo che, visto che la continueremo a scrivere assieme, sarà una ricetta davvero unica. E sarà un vero piacere per me, condividerla giorno dopo giorno con Te.

 

Per leggere la ricetta della mia vita clicca qui! 😉

firma